Classe IV scuola primaria Tenuta San Mario

I fenomeni Atmosferici

LE NUVOLE
L’ aria che sale, scaldata dal sole, in alto si raffredda. L’umidità che contiene si trasforma in goccioline d’acqua talmente piccole e leggere che tutte insieme formano batuffoli trasportati dal vento: sono le nuvole.


NUBI DI OGNI GENERE
Osservando le nuvole è possibile a volte prevedere che tempo fa. Ne esistono tanti tipi diversi:
CIRRI-Sono nuvole molto alte e ci avvertono che il tempo sta cambiando.
STRATI- Più in basso ci sono gli strati, cioè tipi di nuvole piatte e grigie che coprono tutto il cielo e portano lunghe piogge noiose.
CUMULI, CUMULO-NEMBI- Più in basso ancora ci sono i cumuli e i cumulo-nembi, grossi ammassi nuvolosi che portano i temporali.


PIOGGIA
Le nuvole, spinte dal vento, possono incontrare masse d’aria fredda e quindi il vapore acqueo che le forma si condensa e si hanno le piogge.
PIOGGE ACIDE
Capita a volte che le gocce di pioggia, cadendo dal cielo, attraversino aria inquinata. In questo caso la pioggia scendendo trasporta a terra le sostanze inquinate che poi si sciolgono nell’acqua. Queste piogge contengono sostanze acide che danneggiano il terreno e anche gli alberi e le piante.
SE PIOVE TROPPO
Quando la pioggia è abbondante i fiumi si ingrossano e possono uscire dagli argini, allagando la campagna e i paesi vicini. Anche i nubifragi, che sono acquazzoni brevi ma molto violenti, possono provocare allagamenti perché in questi casi la terra non fa in tempo ad assorbire tutta la pioggia caduta.
IL GHIACCIO
La grandine si forma dentro grandi nubi temporalesche, i cumulo-nembi, soprattutto d’estate. Le correnti portano in alto il vapore acqueo che gela velocemente e diventa ghiaccio. All’interno i chicchi hanno vari strati di ghiaccio, come in una cipolla. La grandine può rovinare i raccolti e provocare grandi danni.
LA NEVE
La neve è una forma di acqua solida, ghiacciata cristallina che consiste in una moltitudine di fiocchi. La neve si forma nell’alta atmosfera, quando il vapore acqueo brina e passa dallo stato gassoso allo stato solido e riesce a raggiungere il terreno senza sciogliersi. Questo accade quando la temperatura al suolo è minore di 2°C e negli stadi intermedi la temperatura non superi 0°C altrimenti la neve si scioglie e diventa pioggia.
L’ARCOBALENO
Le gocce di pioggia dividono la luce bianca del sole nei colori che la formano rosso, arancione, giallo verde, azzurro, indaco e il violetto. Nel cielo nasce l’arcobaleno, che si può ammirare solo finchè durano le goccioline di pioggia.
AURORA BOREALE
Fenomeno luminoso che si verifica tra i 100 e i 1000km di quota, con maggior frequenza sulle regioni circumpolari. Chiarore diffuso che illumina il cielo a oriente prima del sorgere del sole, causato dalla rifrazione dei raggi solari negli strati alti dell’atmosfera.


Lavoro realizzato da:
Francesca, Chiara, Alessandro, Morena, Micaela, Giulia.